Consacrare gli strumenti magici

Una delle prime cose dopo aver allestito un altare o prima di cominciare a praticare l’Arte magica è consacrare gli strumenti che si pensa di usare. Qui vi do alcuni esempi di consacrazione base come aiuto. Voglio sottolineare che non c’è un solo modo per farlo, ma questo è un buon inizio se non sapete come fare.

 

Candela del Padre

 

 

La nostra Sacra Madre ha dato alla luce il Suo Consorte e Figlio, nostro Padre

Possa la forza , la protezione e la saggezza del Padre essere con me sempre, mentre percorro il sentiero dei Figli Nascosti

Nostro Padre è morto per rinascere. Questa candela rappresenta la personificazione della nascita del Padre nella mia vita e nella mia casa. Ogni volta che accendo questa candela invito il Padre e Gli chiedo farmi avvertire la Sua presenza. Come si alza la fiamma, la mi anima sarà rafforzata, la mia casa sarà protetta e il movimento della mia vita sarà onorato dall’ordine e dalla chiarezza. Mentre il Re della Quercia cede il posto al Re dell’Agrifoglio, mentre il Re dell’Agrifoglio combatte con il Re della Quercia, così io sono testimone della Sua rinascità!

 

Quando si spegne la candela:

 

Anche se la fiamma sparisce dal mondo delle forma, la fiamma eterna dell’amore del Padre continua a splendere nella mia anima. Ogni volta che accendo lo stoppino, riaffermo la mia devozione per il Padre e Lo chiamo nel mio spazio sacro. Piaccia che sia cosi.

 

Candela della Madre

 

 

Dal nulla, dalle profondità del caos, è emersa mostra Madre,

partorendo la Sacra Luce. In onore della Madre Divina

porto luce al nulla, come Lei ha portato illuminazione alle anime

dei Suoi figli benedetti

Questa candela bianca rappresenta la personificazione della Madre nella mia vita e nella mia casa. Ogni volta che accendo questa candela invito la Madre e Le chiedo di farmi sentire la Sua presenza. Come si alza la fiamma, cosi anche la mia anima si eleverà, la mia casa sarà al sicuro e il movimento della mia vita sarà onorato dall’armonia.

Quando si spegne la candela:

Anche se la fiamma sparisce dal mondo della forma, la fiamma eterna dell’amore della Madre continua a risplendere nel mio spirito. Ogni volta che accendo lo stoppino, raffermo la mia devozione per la Madre e La chiamo nel mio spazio sacro. Piaccia che sia cosi.

 

Consacrare uno strumento

 

Gli strumenti possono essere caricati e consacrati durante un rituale. Il rituale che riporto qui è per l’athame ma può essere usato per qualsiasi altro strumento.

Sistemate l’altare a piacimento, dopodiché accendete le candele e l’incenso. Eseguite la Purificazione con L’acqua e il Sale, e create il cerchio , poi chiedete alla Dea di essere presente e di assistervi. Tenete in mano della potere lo strumento e dite : “ Sii benedetta, o creatura dell’arte. Eseguite la meditazione dell’Athame o dello strumento che state consacrando

Toccate con l’athame i simboli dei quattro elementi, uno alla volta : incenso per l’Aria, la bacchetta per il Fuoco, la coppa per l’Acqua e il pentacolo per la Terra. Meditate sul potere di ciascun elemento, visualizzandolo mentre fluisce nell’athame. Dite : “ Possa tu essere caricato con i poteri (dell’Aria, del Fuoco ecc) ed essermi d’aiuto tra i mondi, e in tutti i mondi Cosi sia”

Passare l’athame sulla fiamma della candela, e toccate con esso il calderone al centro. Visualizzatelo mentre si riempie di una luce bianca, che lo ricarica lentamente. Dite : “ Possa tu essere ricaricato dal centro di tutte le cose, dall’alto e dal basso, completamente, in ogni parte, dentro e fuori, per essermi d0aiuti tra i mondi e in tutti i mondi. Cosi sia!”

Ora potete tracciare o inscrivere i vostri simboli personali sulla lama o sul manico. Ripassateli con la vostra saliva, oppure con il sudore, con il sangue mestruale oppure con altre secrezioni , per creare una connessione profonda con il vostro strumento. Soffiateci sopra, e immaginate che il vostro potere personale vi scorra dentro.

Accostate il vostro strumento al cuore, e poi alle labbra. Alzatelo verso il cielo e puntatelo verso la terra. Avvolgete la vostra corda attorno a esso ( o immaginate di farlo, se non ne avete una), e visualizzate uno scudo di luce che fissi per sempre l’energia immensa nello strumento. Dite : “ Con la corda ho legato, il potere sia fissato, la luce rivelata, sia qui adesso sigillata”.

Scaricate il potere in eccesso a terra, ringraziate la Dea, e aprite il cerchio ringraziando ogni direzione .

  

Benedizione del vino e dei dolci

  

Sollevate al cielo una coppa di vino o di altro liquido tra le mani, e dite:

Graziosa Dea dell’Abbondanza,

Benedici questo vino ed infondigli il Tuo amore.

Nei Vostri nomi, dea Madre, e Dio Padre,

Io benedico questo vino (o birra, succo, ecc.).

 

Sollevate al cielo un piatto di dolci (pane, biscotti) con entrambe le mani e dite:

Potente Dio del Raccolto,

Benedici questi dolci ed infondigli il Tuo amore.

Nei Vostri nomi, Dea Madre e Dio Padre,

Io benedico questi dolci (o questo pane)

Tutta la vita è vostra

Tutti i frutti delle terra

Sono frutti del tuo grembo

Della vostra unione, della vostra danza.

Dea e Dio

Noi vi ringraziamo per le vostre benedizioni e per l’abbondanza

Unitevi a noi, banchettate con noi, divertitevi in-con noi!

Siate benedetti